07/03/2015 - JOBS ACT – LE TUTELE CRESCENTI PER I NUOVI ASSUNTI

Tribunale

Con la firma apposta dal Presidente della Repubblica al ”D.Lgs. in attuazione della L.183/2014 recante disposizioni in materia di contratto di lavoro a tempo indeterminato a tutele crescenti” e con la pubblicazione dello stesso in Gazzetta Ufficiale, a partire dal 7 marzo 2015 per tutti i lavoratori per i quali si provvederà a stipulare un nuovo contratto di lavoro o a trasformare un contratto da tempo determinato a tempo indeterminato, si applicheranno le nuove Tutele Crescenti.

Il contratto a tutele crescenti non costituisce una nuova forma contrattuale bensì un impianto normativo che va a modificare le conseguenze di un licenziamento congelando, per i licenziamenti economici (ed in parte anche per quelli disciplinari), l’art. 18 dello Statuto dei Lavoratori. Per Tutele crescenti s’intendono dunque le forme di indennizzo economico certe e crescenti con l’anzianità di servizio, cui ha diritto un lavoratore nuovo assunto (o trasformato da un precedente rapporto a termine), nel caso di licenziamento illegittimo – salvo casi residuali di particolare gravità per cui è prevista la reintegra del lavoratore licenziato nel posto di lavoro.