Alla ricerca del primo impiego: cosa scrivo nel CV?

Dopo aver concluso gli studi arriva il momento di creare un buon curriculum vitae e di affidarti ad agenzie di ricerca e selezione del personale che, forti di una solida esperienza sul campo, sappiano valorizzare la tua figura e guidarti nella ricerca dell’occasione giusta per entrare nel mondo del lavoro. Confezionare un curriculum vitae efficace quando sei è alla ricerca del primo impiego è possibile mettendo in luce quelle esperienze che concorrono in qualche modo a definire la tua persona, le tue inclinazioni e i tuoi obiettivi.

Quale formato di curriculum vitae è più adatto?

 

Avrai sicuramente sentito pareri discordanti riguardo al CV Europass che, a causa di una struttura composta da numerose sezioni rigide e predefinite, potrebbe risultare impersonale e prolisso. Questo modello di CV va in ogni caso compilato, poiché rimane ancora oggi l’unico formato ammesso per la partecipazione a bandi pubblici e concorsi e viene tuttora espressamente richiesto in alcune aziende private.

Oltre al curriculum vitae Europass quale altro CV è importante confezionare per candidarsi ad un primo impiego?

 

Esistono diversi tool per la creazione di curriculum online che soddisfano davvero ogni esigenza in fatto di struttura, formato e grafica.

Scegli liberamente il modello che più ti piace, tenendo in considerazione che il prodotto finale dovrà risultare:

  • pulito nella struttura e di facile lettura;
  • essenziale nella grafica, a meno che tu non ambisca a svolgere una professione creativa;
  • sintetico: i recruiter dedicano pochi minuti alla lettura dei CV e un curriculum prolisso potrebbe risultare inefficace o venire scartato;
  • completo dei dati personali e contatti, corredato da una foto in primo piano di buona qualità.

 

Individua le peculiarità nel tuo percorso di studi

 

Hai approfondito argomenti partecipando a seminari e corsi durante gli anni di studio? Hai scritto o hai fatto pubblicazioni? Questi elementi non sono affatto secondari e inseriti nel curriculum contribuiscono a dare spessore e unicità alla tua figura professionale.

 

Hai avuto esperienza nel volontariato o nell’associazionismo?

Queste esperienze, per quanto possano sembrare irrilevanti ai fini della ricerca del lavoro, nel caso di un primo impiego possono risultare particolarmente utili agli occhi del recruiter per l’individuazione delle tue potenzialità e delle tue soft skills. Aver coordinato una squadra, seppure in contesti extralavorativi o aver dimostrato aderenza a tematiche assimilabili a determinati valori aziendali, sono fattori che possono giocare un ruolo importante nel corso di una selezione di lavoro.

 

Indica tutte le tue competenze digitali

 

Secondo la Commissione Europea, nel futuro imminente 9 lavori su 10 richiederanno richiederanno abilità digitali.

Le soft skills acquisite durante il percorso di studi devono quindi trovare spazio anche nel CV di chi è alla ricerca del primo lavoro.

Hai lavorato con colleghi di studio operando su piattaforme di comunicazione e condivisione? Hai imparato ad usare app di time e task management per organizzare le attività della giornata tra lezioni, impegni, appuntamenti, scadenze? Hai imparato negli anni dedicati allo studio a reperire informazioni all’interno di comunità online, le hai organizzate e condivise attraverso le tecnologie? Probabilmente la risposta è affermativa e sei già in posesso di:

  • Digital Team Working;
  • Uso di Tool Digitali;
  • Knowledge networking;

tre skills digitali tra le più ricercate quest’anno dalle aziende, da inserire subito nel tuo CV per facilitare la ricerca del tuo primo lavoro!