La leadership al tempo del COVID: come motivare i collaboratori

Il leader, oggi più che mai, è chiamato a gestire situazioni del tutto nuove: il modello organizzativo del lavoro è mutato, gli incontri di persona con i collaboratori si sono diradati se non annullati e l’uso delle nuove tecnologie ha accorciato le distanze e trasformato il modo di comunicare e interagire.

Gestire il gruppo di lavoro in situazioni emergenziali è possibile facendo leva sulla propria capacità di adeguarsi al cambiamento e di trovare soluzioni nuove nella gestione quotidiana del lavoro e dei collaboratori.

La pandemia ha mostrato quanto siano importanti nel mondo del lavoro, in ogni settore  e nei diversi ruoli, l’aggiornamento e la formazione mirata come quella proposta da Risorse.it., e la leadership nello scenario attuale assume un ruolo determinante per accompagnare lavoratori e aziende verso quella che definiamo new normality.

Come sta cambiando la leadership durante l’emergenza da Coronavirus e quali caratteristiche devono necessariamente avere i leader per affrontare  questo particolare periodo di emergenza sanitaria?

 

Una risposta è stata fornita dall’ Harvard Business Review che ha intervistato 50 leader di azienda per individuare quali siano le principali caratteristiche di una leadership efficace nella fase che stiamo vivendo.

Dall’esperienza maturata sul campo dai leader intervistati vengono ricavate indicazioni preziose riassunte in 5 punti che esortano i leader e le aziende ad essere:

 

  • Phygital, ovvero fisico e digitale insieme, accettando la transizione verso il digitale come fenomeno irreversibile.
  • Agile, abbracciando una pianificazione del lavoro e delle relazioni flessibile e avendo l’approccio al lavoro tipico delle start up. Essere agile significa saper mettere continuamente in discussione i modelli di lavoro consolidati e ripensare le dinamiche relazionali esistenti.
  • Infrangibile, resistente alla crisi attuale ma non solo. Il leader deve puntare a prosperare nel caos esistente e ad anticipare soluzioni che possano generare per l’azienda un vantaggio futuro.
  • Esponenziale, cioè aperto ad ogni tipo di collaborazione con centri di ricerca, Università, Startup e altre aziende, al fine di erogare servizi ad alto valore aggiunto per il cliente finale.
  • Curioso, aperto al cambiamento e capace di vivere l’incertezza in maniera costruttiva.

Quale leadership adottare per affrontare il cambiamento e motivare i collaboratori?

La nuova leadership, secondo l’Harvard Business Review, agisce con successo se orientata a:

  • mantenere un elevato livello di attenzione e ascolto verso le persone;
  • perseguire scopi che vadano al di là dei risultati finanziari di breve periodo;
  • costruire clima collaborativo dentro e fuori l’azienda includendo parti sociali, Istituzioni e concorrenti;
  • applicare curiosità nel senso più ampio del termine, improvvisando quando necessario nella ricerca di soluzioni;
  • agire con coraggio, correre rischi mettendo in discussione le certezze acquisite rompendo con gli schemi organizzativi del passato.

Una sfida importante e impegnativa ma anche una grande occasione per dimostrare la qualità del contributo che i leader possono offrire alle aziende e ai collaboratori.