Entrepreneur personal Branding: la chiave per il successo

Cosa rende degno di attenzione un imprenditore, un leader o un dirigente?

Quali sono le peculiarità che lo distinguono e come utilizzarle per alimentare la crescita del business?

La risposta a queste domande porta allo sviluppo di una strategia conosciuta come personal branding, una costruzione strategica della propria presenza online fondata sulle caratteristiche personali che possono rappresentare un valore aggiunto nel processo di sviluppo e di crescita dell’azienda.

 

Fare personal branding non significa semplicemente massificare la propria presenza on line e nei canali social, ma vuol dire gestire ad arte la propria immagine professionale nella consapevolezza di essere il volto dell’azienda che rappresentiamo.

I punti di forza del leader, i suoi valori, la sua visione del mercato nel quale opera coincidono, nell’ottica del personal branding, con i valori e l’orientamento dell’azienda. le caratteristiche del leader o dell’imprenditore che sfrutta il personal branding costituiscono infatti un vero biglietto da visita dell’azienda e della sua capacità di giocare un ruolo da protagonista nel settore di appartenenza.

Da dove cominciare per mettere in piedi una strategia di personal branding che contribuisca alla promozione dell’azienda?

Che si parli di imprenditori, dirigenti o leader il punto di partenza sarà sempre lo stesso: sé stessi! Nelle attività iniziali di personal branding, l’attenzione deve essere focalizzata proprio sulla personalità del professionista, sull’unicità del suo percorso umano e professionale.

Quali sono le attività da consigliare al Digital Entrepreneur?

  • Creazione di un blog concentrandosi sulla biografia dettagliata e arricchita da titoli conseguiti e traguardi raggiunti;
  • pubblicazione regolare di contenuti di qualità sui canali social, in modo particolare su LinkedIn, come ad esempio video di interventi pubblici, presentazioni di progetti, riconoscimenti e affiliazioni;
  • partecipazione agli eventi di settore.

Il blog è lo strumento ad oggi più efficace e accessibile per costruire un seguito e promuovere la presenza on line. Applicando i principi di ottimizzazione dei motori di ricerca (SEO), si ampliano enormemente le possibilità di essere rintracciati on line dai potenziali clienti e di aumentare la visibilità sul web.
Quale impegno è richiesto affinché il blog funzioni davvero?

L’attività di blogging, per essere efficace deve essere regolare.
Dedicare tempo nella realizzazione di contenuti è un investimento di sicuro successo che accompagna il professionista lungo il suo intero percorso: nulla potrà ridurre la portata di contenuti personali di esclusiva proprietà del professionista, per questa ragione è consigliabile avere un blog proprietario, con un hosting e un dominio.

I contenuti del blog, oltre ad essere del tutto personali e regolari, dovranno essere in linea con la narrazione che il professionista farà di se stesso anche sui canali social. Sfruttare uno stile definito nello storytelling e comunicare coerenza nello stile e nei contenuti, contribuisce a raggiungere quella riconoscibilità alla quale mira ogni efficace attività di personal branding. Per questa ragione, è necessaria particolare attenzione nel mantenere uniformi il tono e lo stile dei contenuti pubblicati sui diversi canali che si sceglie di utilizzare.

Ricorrere nelle attività di blogging all’aiuto di una figura professionale, ricercata attraverso agenzie di selezione attente alle innovazioni come Risorse.it, può essere una soluzione, che non esonera tuttavia l’imprenditore dal partecipare attivamente nella scelta dei contenuti e delle azioni da intraprendere. Come suggeriscono le parole di Maria Carmela Ostillo, Associate Professor of Practice di Marketing and Sales presso SDA Bocconi School of Management, responsabile del corso in brand management presso l’Università Bocconi, e autrice di “Personal branding”:

 

“la gestione del sé, frutto di un un lavoro riflessivo, evidenzia tre sfide significative: autenticità, coerenza e controllo”.

 

Il personal branding non si costruisce esclusivamente attraverso azioni on line!

 

Partecipare agli eventi di settore e farsi conoscere dando il proprio contributo non è solo un modo per rimanere aggiornati, ma è anche occasione di conoscenza dei trend più attuali e fonte di spunti e materiale sempre attuale da utilizzare nel proprio blog.